Condividi
Aggiorna abbonamento
Grazie per la sottoscrizione!
Iscriviti a Fatto in Russia oggi e ricevi le notizie più interessanti sul business, l'esportazione e la cultura russa oggi!
Social media e abbonamento RSS
L'importanza del marchio Made in Russia nello sviluppo del potenziale economico della Russia

2017-10-06 01:13

L'importanza del marchio Made in Russia nello sviluppo del potenziale economico della Russia

"Dobbiamo costantemente raccontare al mondo ciò che produciamo, le nostre aziende, i nostri prodotti, la cultura, i risultati e i successi", ha detto Mikhail Sadchenkov, l'ideatore del progetto di comunicazione National Brand "Made in Russia".

Lo sviluppo dei marchi nazionali negli ultimi anni è diventato senza dubbio una delle tendenze chiave nell'esportazione, nel turismo, nella cultura e nella promozione del business. La ricerca, l'individuazione e lo sviluppo della propria identità rimane sempre una priorità per qualsiasi nazione. Anche nel processo di formazione delle zone economiche comuni i marchi nazionali forti rimangono dominanti, come si vede chiaramente nell'esempio di Germania, Francia, Italia e Regno Unito, che presto lascerà l'Unione Europea. Conosciuto da tutto il Made in Italy, Made in Germany, Made in Britain sono stati, sono e continueranno ad essere idee nazionali così forti, rimanendo un elemento che unisce la cultura produttiva, le tradizioni e l'identità di ogni Paese.

Sull'esempio dell'Unione Europea si può vedere come per lungo tempo i marchi nazionali siano stati parte di un unico sistema unito dal concetto di Made in EU, ma non hanno perso la propria identità e, sull'esempio della release inglese, hanno dimostrato quanto sia importante per qualsiasi paese la conservazione dei propri marchi nazionali.

In Russia, nonostante tutti gli sforzi compiuti negli ultimi anni per la sostituzione delle importazioni, l'esportazione e il sostegno alle imprese, solo di recente si è potuto parlare di creare la propria identità e di garantire una comunicazione efficace a livello statale.

Non basta più limitarsi a fornire le condizioni per l'esercizio dell'attività commerciale, occorre anche soddisfare la domanda dei suoi beni e servizi.

A causa del fatto che le questioni della promozione collettiva dei produttori russi sotto un unico marchio non hanno finora ricevuto la dovuta attenzione, si verifica una situazione in cui il contesto della percezione dei beni e dei servizi russi è entro i limiti della semplice esistenza piuttosto che della qualità.

Nessuno crede che possiamo produrre beni, uscire con l'esportazione competitiva di materie prime non grezze verso i mercati esteri. È difficile per le aziende russe entrare nelle reti commerciali, è difficile entrare nei mercati esteri, è difficile competere a parità di condizioni con le aziende straniere a causa delle opportunità finanziarie e di comunicazione notevolmente inferiori.

E mentre il governo aiuta con le possibilità finanziarie formando strumenti di lavoro di sostegno, ci sono ancora molte questioni irrisolte con la comunicazione.

La creazione di un marchio nazionale "Made in Russia", cataloghi e strumenti per automatizzare la comunicazione tra produttori, uffici commerciali, partner e consumatori dovrebbe essere finalizzata a formare e concentrare in un unico punto tutto il traffico internazionale legato alla Russia e alla sua ulteriore distribuzione, al fine di aumentare il fatturato delle aziende russe, la quota di esportazioni senza risorse e aumentare l'attrattiva degli investimenti del Paese.

Nell'attuare questo obiettivo, non bisogna dimenticare i rapidi cambiamenti nei formati, la velocità di sviluppo tecnologico e la percezione dell'informazione da parte delle giovani generazioni, che richiedono approcci diversi alla creazione e alla promozione dei marchi nazionali. La globalizzazione, lo sviluppo di Internet e l'ambiente geopolitico richiedono una riconsiderazione della comprensione stessa del marchio "Made in Russia" e la necessità di implementarlo non come etichetta o immagine, ma come sistema integrato in grado di combinare funzioni di comunicazione internazionale e di promozione collettiva dell'export.

Le condizioni economiche e la congiuntura si sono sviluppate per realizzare tali progetti nel miglior modo possibile. Le forme di interazione tra governo e imprese per realizzare progetti su larga scala utili allo sviluppo economico stanno cambiando, dando la possibilità di vivere con idee audaci e non convenzionali. Sono loro che hanno il potenziale necessario per ridurre il ritardo in diverse aree e per formare una percezione completamente diversa della Russia sia all'interno che all'esterno del Paese.

Oggi la maggior parte degli scolari e degli studenti del mondo risponderà alla domanda "Sai qualcosa della Russia?" con stereotipi, nel migliore dei casi, supportati dai mass media, dal cinema, da Internet e dalla televisione, nel peggiore dei casi - niente. E sono tutti i nostri futuri partner, consumatori, turisti. Dobbiamo costantemente raccontare loro del paese, degli affari, della cultura. Dovremmo farlo in modo coerente, argomentativo e in un linguaggio competente al pubblico a cui tali informazioni sono rivolte. La promozione dell'identità attraverso i marchi industriali, culturali e territoriali, in questo contesto, è la più riuscita. In questo formato apolitico e argomentativo, ogni messaggio è supportato da una vera e propria impresa, beni, luoghi e persone.

È per il pubblico futuro che dobbiamo decidere già oggi se raccontare la Russia attraverso gli stereotipi esistenti o offrire un'alternativa che possa formare una nuova percezione.

// Prodotto in Russia

Condividi
I commenti sono vietati dopo 5 giorni dalle pubblicazioni a causa della politica editoriale

Prima su questo tema

Altre storie