2020-09-19 09:24

Il primo centro di prova del catalizzatore in Russia sarà costruito nella regione di Novosibirsk

Alla riunione di mercoledì scorso del gruppo di lavoro sulla reindustrializzazione della regione di Novosibirsk, tenutasi nell'ambito del forum Technoprom 2019, i suoi partecipanti hanno approvato due progetti - la creazione del Centro Nazionale per l'Ingegneria e il Test dei Catalizzatori (NCIIC) e il cluster industriale Digital Energy.

Ad una riunione del gruppo di lavoro sulla reindustrializzazione, presieduta dal Governatore Andrei Travnikov, hanno partecipato rappresentanti del governo della Regione di Novosibirsk, specialisti delle agenzie federali e dirigenti d'azienda. "I progetti che saranno presentati oggi per la discussione sono stati studiati in dettaglio nel corso dell'ultimo anno, e riteniamo che siano necessari non solo per lo sviluppo del potenziale scientifico e industriale della nostra regione, ma anche per l'intero Paese", ha detto Andrei Travnikov. Il Centro nazionale per l'ingegneria e la sperimentazione dei catalizzatori è un progetto congiunto di SKTB Catalyst JSC, Istituto di catalisi di SB RAS e NSU. Come ha spiegato Vitaly Khan, CEO di "Catalyst", che ha presentato il progetto, non ci sono analoghi di tali centri non solo in Russia, ma anche nel mondo, data la sua universalità. L'essenza del progetto è quella di creare una flotta di unità pilota dove i catalizzatori utilizzati per aumentare la produzione di prodotti leggeri durante la raffinazione del petrolio saranno testati prima di essere caricati in vere e proprie unità industriali. L'investimento totale nel progetto sarà pari a 2 miliardi di rubli, l'effetto previsto del centro per l'industria di raffinazione russa - un aumento della produzione di 50 miliardi di rubli.

Il secondo progetto - il cluster industriale "Digital Energy" - è stato rappresentato da Alexei Shibanov, direttore esecutivo dell'Associazione "Organizzazione specializzata di cluster industriali "Digital Energy". Ricordiamo che il cluster, creato e registrato 6 società Novosibirsk, produrrà prodotti complessi per la digitalizzazione delle reti elettriche, ed entro il 2025 triplicherà il volume di produzione, fino a 15 miliardi di rubli all'anno. Secondo Alexei Shibanov, lo sviluppo delle imprese, secondo i piani, dovrebbe contribuire a ridurre le interruzioni di alimentazione del 5%. Tuttavia, nel corso dei lavori vi è stata registrata una riduzione di questo indicatore in realtà del 50%, e una riduzione del 20% degli incidenti presso gli impianti di ingegneria energetica.

Entrambi i progetti sono stati infine approvati dal gruppo di lavoro presieduto da Andrey Travnikov, il capo della regione. Inoltre, il vice governatore Sergei Semka ha riferito sui risultati del Piano di reindustrializzazione della regione di Novosibirsk fino al 2025. I risultati con le modifiche proposte sono stati approvati anche dai partecipanti al gruppo di lavoro.