Condividi
Aggiorna abbonamento
Grazie per la sottoscrizione!
Iscriviti a Fatto in Russia oggi e ricevi le notizie più interessanti sul business, l'esportazione e la cultura russa oggi!
Social media e abbonamento RSS

Marzo 16 2020

In Cecenia sono state aperte le torri del complesso storico e architettonico di Khaibakh

In Cecenia sono state aperte tre torri restaurate del complesso storico e architettonico di Khaibakh nel quartiere di Galanchozhsky.

"Khaibakh occupa un posto speciale nella catena di tragici eventi vissuti dal popolo ceceno. Ed è una pagina molto triste. Nel febbraio 1944, diverse centinaia di abitanti del villaggio di Khaibakh nel distretto di Galanchozhsky in Cecenia sono stati bruciati vivi e non hanno potuto essere portati nelle pianure per essere spediti in Siberia. Da allora quella vasta regione montuosa è rimasta in silenzio. Dopo il loro ritorno dall'esilio, a nessuno fu permesso di stabilirsi sulle montagne dove vivevano. Decine di villaggi sono stati spazzati via dalla faccia della terra. Ora adottiamo misure intensive per ravvivare la zona, costruire strade, ripristinare le abitazioni e le torri di guardia, creare le condizioni per ridare vita alle montagne autoctone. Alla vigilia, nel distretto di Galanchozhsky sono state inaugurate una torre da combattimento e due torri residenziali", ha scritto Kadyrov sui social network.

Su istruzioni del capo della Repubblica cecena, il ministro della Cultura della Repubblica cecena, Khozh-Baudi Daayev, ha organizzato la ricostruzione del complesso di torri.

"Gli sono sinceramente grato per il suo atteggiamento responsabile nei confronti di questa importante questione. Vorrei anche ricordarvi che stiamo restaurando le torri anche in tutte le regioni montuose della Cecenia", ha detto Kadyrov.

Condividi
I commenti sono vietati dopo 5 giorni dalle pubblicazioni a causa della politica editoriale

Altre storie