Condividi
Aggiorna abbonamento
Grazie per la sottoscrizione!
Iscriviti a Fatto in Russia oggi e ricevi le notizie più interessanti sul business, l'esportazione e la cultura russa oggi!
Social media e abbonamento RSS

2020-05-18 08:05

Il dispositivo russo Tianox aiuterà nel trattamento di COVID-19

Inventato dagli scienziati russi, il dispositivo chiamato Tianox, può aiutare nel trattamento dei pazienti con confermato coronavirus COVID-19.

Dal 2017, il dispositivo per il trattamento con monossido di azoto (NO-therapy per inalazione) è stato sottoposto a studi preclinici, clinici e tecnici. Tutti i test hanno dimostrato la sicurezza del prodotto e la possibilità del suo utilizzo in istituti medici. Lo scopo di Tianox è quello di aiutare i pazienti con malattie cardiache. Il monossido di azoto ha un effetto vasodilatatore, che riduce la pressione polmonare. Inoltre, il monossido di azoto aiuta a far fronte alla trombosi polmonare dei piccoli vasi sanguigni. Quest'ultimo è uno dei possibili processi che si verificano nel corpo di un paziente coronavirus. Cioè, potenzialmente il dispositivo troverà la sua applicazione nel trattamento dell'infezione.

La caratteristica principale del dispositivo - la sintesi del monossido di azoto dall'aria circostante in una scarica di gas e la sua fornitura nelle giuste quantità direttamente ai polmoni del paziente. Secondo gli scienziati, ora le aziende utilizzano bombole con ossido di azoto (NO) e non una di esse non lo genera direttamente. Il costo di tali dispositivi parte da 3 milioni di rubli, esclusi i costi aggiuntivi per i materiali di consumo. Per molte cliniche questo è un costo insostenibile, ma nel caso di Tianox è sufficiente solo l'elettricità, il cui consumo non supera i 100 watt. D'altra parte, dove la NO-therapy è ampiamente utilizzata, ad esempio, negli USA e in Germania, l'NO è prodotto da reazioni chimiche su impianti speciali. Tuttavia, la durata di conservazione del monossido di azoto è breve, in media due mesi. Dopo la loro scadenza, l'NO si trasforma in un gas velenoso, il biossido di azoto.

Gli scienziati dicono che è ancora da scoprire in pratica l'utilità del dispositivo per il trattamento dei pazienti con coronovirus COVID-19, finora ha ricevuto un ordine da Rosatom per la produzione di 50 dispositivi entro la fine di giugno di quest'anno.

Per riferimento: Rosatom è una holding statale russa che riunisce le imprese dell'industria nucleare.

Prodotto in Russia // Made in Russia

Autore: Daniel Zagidullin

Condividi
I commenti sono vietati dopo 5 giorni dalle pubblicazioni a causa della politica editoriale