2020-05-20 08:05

Il Ministero dell'Agricoltura ha sostenuto l'ammissione dei prodotti OGM in Russia

I governatori delle quattro regioni hanno chiesto l'abrogazione del decreto che semplifica l'importazione di soia contenente OGM in Russia.

Nel documento, i capi delle regioni hanno visto i rischi per la salute pubblica, così come per i produttori locali.

La risoluzione è stata adottata il 16 aprile di quest'anno. Secondo il decreto, la soia e le farine geneticamente modificate, utilizzate per la produzione di alimenti per animali, sono esenti dalla registrazione statale fino al 1 gennaio 2021.

Va notato che fino ad allora gli sforzi delle autorità erano volti a rafforzare la circolazione degli OGM. Così, il decreto presidenziale ha vietato l'importazione in Russia, così come la coltivazione di semi di piante il cui programma genetico è stato modificato con metodi di ingegneria genetica. Per importare prodotti OGM è stato necessario registrarli secondo una procedura speciale.

Ora la registrazione statale non è richiesta per l'importazione di soia e farina, se la loro sicurezza è confermata da Rosselkhoznadzor.

Secondo i rappresentanti del Ministero dell'Agricoltura, la cancellazione della registrazione per questi prodotti è stato progettato per sostenere i produttori di bestiame e di evitare un aumento del costo dei loro prodotti.

Tuttavia, gli agrari sono preoccupati per il decreto. L'iniziativa di sospenderlo è venuto dal gruppo Sodruzhestvo, il più grande trasformatore di soia. L'azienda ha annunciato il rischio di importazione incontrollata di soia con OGM in Russia.

Successivamente i governatori delle regioni di Belgorod, Kursk e Lipetsk si sono rivolti anche al ministero dell'Agricoltura con una richiesta simile.

Il 6 maggio, il capo della regione di Kursk Roman Starovoit ha anche inviato un appello al Primo Ministro ad interim Andrey Belousov.

Secondo il Ministero dell'Agricoltura, non ci sono ora motivi significativi per la cancellazione o la sospensione della sentenza.

È noto che la sicurezza dei prodotti OGM sarà confermata dal controllo di qualità di Rosselkhoznadzor.

Il Ministero osserva inoltre che sia la sospensione che la cancellazione del decreto possono creare i presupposti per il deficit della base di mangimi e mettere in pericolo il funzionamento stabile delle imprese russe di allevamento di bestiame.

Allo stesso tempo, questa misura aprirà l'accesso al mercato dei prodotti strategicamente importanti per il complesso agroindustriale nazionale alle grandi aziende americane che controllano la produzione in Europa e in America Latina. La sovrapproduzione di farina di soia può portare al dumping da parte dei produttori latinoamericani, che minaccia i progetti russi nel settore della soia ed è dannosa per la sicurezza alimentare e per la situazione socio-economica degli abitanti delle zone rurali.

Prodotto in Russia // Made in Russia

Autore: Daria Vankova