2020-05-27 09:55

Transmashholding per liberare 10 miliardi di rubli in obbligazioni

L'ultima volta che la società è entrata nel mercato del debito pubblico è stato nel dicembre dello scorso anno. Ha collocato un'emissione quinquennale con un volume di 10 miliardi di RUR ad un tasso annuo del 6,95%. Dire che si tratta di un evento di routine per un'azienda grande come la Transmashholding. Attualmente sono in circolazione tre emissioni di obbligazioni Transmashholding del valore di 20 miliardi di RUR. Il collocamento tecnico dell'emissione è previsto per il 27 maggio.

Tuttavia, data la generale recessione che minaccia la crisi, l'evento è fuori dal comune. Risulta che Transmashholding, nonostante la riduzione dei trasporti, mostra fiducia nel futuro. Gli acquisti di materiale rotabile e locomotive da parte delle Ferrovie Russe sono stati confermati ai massimi livelli e il programma di investimenti della società è rimasto invariato. Per quanto profondo possa essere il calo dei trasporti, i prodotti Transmashholding si sono rivelati, nel linguaggio del marketing dei consumatori, "beni durevoli".

Le imprese Transmashholding sono state fermate a causa delle restrizioni di COVID-19, ma la direzione è stata in grado di riavviare rapidamente le produzioni man mano che le restrizioni venivano tolte.

In una prospettiva a lungo termine, il produttore di macchinari si è rivelato più stabile rispetto, ad esempio, ad un operatore, le cui prestazioni dipendono fortemente dalla situazione attuale. Sembra che la domanda di carta sia assicurata in anticipo e non dovrebbero esserci sorprese. Il collocamento è organizzato dalla VTB Capital e dalla Gazprombank, di proprietà statale. Non è la prima volta che lo fanno, conoscono i potenziali clienti e i loro interessi.

Se Transmashholding si rifiutasse di raccogliere fondi ora, potrebbe mostrare l'umore pessimista della gestione dell'azienda. E che la direzione potrebbe avere ulteriori informazioni a causa degli stretti legami con il Ministero dei trasporti e con il Dipartimento dei trasporti e dello sviluppo delle infrastrutture di trasporto stradale di Mosca. Il proseguimento del programma finanziario e di produzione dovrebbe ispirare gli altri partecipanti al mercato con un limitato ottimismo.

Alla fine di aprile Fyodor Dytynko, direttore delle relazioni esterne di Transmashholding, ha espresso le esigenze della società alla riunione del sottogruppo Regolamentazione dell'industria e miglioramento del sistema di approvvigionamento del gruppo di lavoro del Consiglio di Stato della Russia nella sezione Industria:

"Le imprese di ingegneria ferroviaria sono ora a rischio a causa della cessazione del traffico passeggeri e merci causata da condizioni economiche sfavorevoli e da misure globali per contrastare la diffusione della pandemia COVID-19". A questo proposito, abbiamo proposto una serie di misure volte a superare la situazione attuale. Esse possono essere approssimativamente suddivise in tre blocchi.

È estremamente importante chiudere il deficit di 350 miliardi di RUR di finanziamento del programma di investimenti delle Ferrovie Russe per quest'anno.

Il primo è quello di mantenere la domanda del governo e delle grandi imprese. Una delle possibili misure a sostegno dell'industria russa è la formazione di una domanda da parte dello Stato di prodotti per la costruzione di macchine, che a causa dell'elevata profondità della cooperazione ha il maggiore effetto moltiplicatore sull'economia russa. Un esempio di questo è l'industria della costruzione di macchine ferroviarie, che ha 5-7 livelli di formazione di valore aggiunto. Di conseguenza, ogni rublo investito in prodotti per la costruzione di macchine ferroviarie dà più di 3 rubli nelle industrie correlate e più di 40 kopecks di detrazioni fiscali. Negli ultimi cinque anni le imprese del settore hanno già investito 140 miliardi di RUR e prevedono di investire altri 130 miliardi di RUR entro il 2025.

Il prossimo blocco è il sostegno alle esportazioni. Per sostenerlo, lo strumento più interessante è il prestito agli acquirenti stranieri di prodotti ingegneristici russi. Questo può essere attuato attraverso l'assegnazione di fondi a Roseximbank e ad altre banche per un prestito preferenziale a lungo termine (fino a 15 anni) non superiore all'1% annuo in euro, incluso il premio assicurativo.

Il terzo blocco consiste nel mantenere la stabilità finanziaria. Il calo generale dell'attività economica, la crescita del costo dei prestiti, le variazioni del tasso di cambio, le restrizioni nel lavoro delle imprese hanno un impatto negativo sull'attuale condizione finanziaria delle attività di costruzione di macchine. Una delle misure di sostegno più efficaci può essere il sovvenzionamento fino al 100% dei prestiti per la ricostituzione del capitale circolante. In questo modo sarà possibile ripristinare i pagamenti lungo tutta la catena di cooperazione, per garantire la sostenibilità non solo delle imprese manifatturiere che ricevono questi prestiti, ma anche dei fornitori e degli appaltatori.

La prima richiesta - la stabilità della domanda delle Ferrovie Russe - è stata soddisfatta. Le altre richieste sembrano piuttosto immodeste, ed è chiaro che le decisioni saranno prese gradualmente. Nel frattempo, Transmashholding sta attuando il proprio programma finanziario.

Per riferimento

Transmashholding è il più grande produttore russo di materiale rotabile per il trasporto ferroviario. Le imprese del Gruppo si trovano nelle regioni di San Pietroburgo, Bryansk, Penza, Tver, Mosca, Rostov e Saratov, oltre che in Ucraina e Kazakistan. L'unità di servizio è rappresentata da Locomotive Technologies Group. La società ha una quota del 79,4% di imprenditori Iskandar Mahmudov e Andrey Bokarev, nonché Dmitry Komissarov, membro del Consiglio di Amministrazione del gruppo, e Kirill Lipa, CEO. Questi ultimi due sono azionisti di controllo. Il 20% di TMH è di proprietà della società francese Alstom.

Autore: Anton Petrov

Prodotto in Russia // Prodotto in Russia