Yakutia prevede di iniziare ad esportare tè Ivana in Giappone
2021-01-07 01:56

Yakutia prevede di iniziare ad esportare tè Ivana in Giappone

Yakutia può avere una nuova voce di esportazione: la regione intende stabilire forniture di lvan-tea ai mercati esteri. Il primo cliente potrebbe essere un'azienda giapponese.

Ad oggi, la Russia non ha mai venduto tale tè ad altri paesi nell'ambito del sistema B2B.

Già ora l'azienda giapponese Japan GreenTea ha mostrato interesse per il tè prodotto nel nord. Così, nell'estate del 2019, il presidente dell'azienda è venuto a Yakutsk per vedere personalmente tutte le fasi di produzione della bevanda nel clima estremo. A seguito della visita, è stato firmato un accordo preliminare di cooperazione.

Tuttavia, il documento contiene una condizione per condurre gli studi clinici. Cioè, per esportare Ivan-tea in Giappone, deve soddisfare i requisiti fitosanitari e gli standard alimentari di questo paese.

Solo l'Istituto di Nutrizione dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche di Mosca conduce tali ricerche in Russia. Il costo del lavoro è di 8 milioni di rubli, ha detto Vasily Afanasyev, il Vice Ministro dell'Agricoltura della regione.

Prima di determinare le fonti di finanziamento, è necessario capire se tali costi pagheranno. "Molto dipenderà da quanto Ivan-tea Giappone è pronto a comprare. Se è piccolo, allora ci si chiede se questi costi sostanziali ne valgano la pena". Ma se parliamo di un centinaio di tonnellate all'anno, allora possiamo parlare di raccolta, raccolta e lavorazione delle colture selvatiche come nuova industria d'esportazione della Yakutia", cita Afanasyev, come dice il quotidiano Argumenty i Fakty.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Ksenia Gustova