Interessi e tasse di spedizione ridotti: di cosa si è discusso nella riunione con i ristoratori
2021-06-23 06:45

Interessi e tasse di spedizione ridotti: di cosa si è discusso nella riunione con i ristoratori

Dopo che il sindaco di Mosca ha firmato un decreto sull'introduzione di nuove restrizioni per la ristorazione pubblica, le autorità cittadine hanno incontrato i rappresentanti del settore della ristorazione per discutere le loro preoccupazioni.
Il capo della Federazione dei ristoratori e degli albergatori (FRIO), Igor Bukharov, ha condiviso con i redattori di "Made in Russia" quali punti dolenti sono stati fissati in questo incontro.


CI SARÀ UN ALLEGGERIMENTO DEGLI AFFARI?

Secondo il capo della federazione, i proprietari degli stabilimenti erano preoccupati per la questione di permettere ai visitatori di entrare in piccole aree ventilate.

"Come argomento, abbiamo parlato del numero di persone sulla spiaggia - lì non è controllato in alcun modo. Perché non possiamo tenere la gente allo stesso modo con tutti i posti a sedere, osservando tutte le regole, dove tutto è ventilato", - dice Bukharov.

Gli imprenditori erano anche interessati a sapere se avrebbero ricevuto assistenza e supporto dalla città. Mentre con l'iniziativa fatta solo uno di servizio di consegna del pasto, che è pronto a incontrare ai ristoratori e per discutere nuove condizioni di cooperazione.

Inoltre, la riunione ha affrontato le questioni sulle tasse e l'affitto dei locali sullo sfondo del previsto calo dei visitatori.

"Ok, vaccineremo i nostri dipendenti, ma non possiamo vaccinare i nostri ospiti, possono rifiutarsi", ha osservato.

COME LAVORARE CON I CODICI QR?

Particolare attenzione è stata data a domande specifiche su come lavorare con il nuovo sistema e chi in generale sarebbe stato ammesso negli stabilimenti.

In particolare, si è discusso se le persone con una sola vaccinazione possono visitare un caffè e come il personale può capire se un ospite ha già bisogno di una seconda iniezione.

"C'è un problema anche con i PCP. Immagina che tu e tuo marito andiate in un ristorante con due con bambini. Poiché i bambini possono essere portatori, anche loro devono fare un test PCR. Si scopre che si deve pagare tanto per queste procedure quanto per andare al ristorante", ha detto il capo del CDF.

Inoltre, la questione rimane aperta, chi e come controllerà l'attuazione delle nuove regole, ha condiviso Bukharov, aggiungendo che la comunità professionale ha espresso una serie di proprie proposte al Dipartimento del Commercio e dei Servizi.

"Le nostre proposte hanno bisogno di lavorare con Rospotrebnadzor e altri organismi per essere in grado di capire come controlleranno l'attuazione di queste regole, perché per il mancato rispetto del controllo oggi sono multe molto grandi", ha detto il capo della federazione.

In generale, secondo Bukharov, la riunione si è svolta in modo costruttivo. Tutti i presenti hanno concordato di incontrarsi più spesso per monitorare l'evoluzione della situazione.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Ksenia Gustova