FATTO IN RUSSIA

Tutte le regioni
ITA
Notizie aziendali

Scienza e innovazione per la salute umana: un'intervista a BIOCAD per celebrare il 20° anniversario dell'azienda

Scienza e innovazione per la salute umana: un'intervista a BIOCAD per celebrare il 20° anniversario dell'azienda

Azienda di biotecnologia BIOCAD (partecipante al progetto Made in Russia)) è uno dei principali produttori di vaccini pandemici covid-19con cui il mondo sta lottando da quasi due anni. L'azienda non solo produce lo Sputnik, ma sta già pianificando test clinici del proprio vaccino contro il coronavirus BCD-250.. Insieme al vasto lavoro contro il covid-19, BIOCAD continua a produrre farmaci volti ad aiutare le persone con gravi malattie, tra cui il cancro.

Quest'anno. BIOCAD celebra il suo 20° anniversario. Durante questo periodo, una piccola azienda farmaceutica a conduzione familiare è cresciuta fino a diventare un gigante della biotecnologia. Come funziona la più grande azienda farmaceutica del paese, quali innovazioni utilizza e quale trasformazione sta subendo ora - ha detto alla redazione di Made in Russia il vice direttore generale per gli affari aziendali e le comunicazioni BIOCAD Alexei Torgov.

- Come è stata creata BIOCAD? Quanto è stato difficile lanciare un'azienda biotech in Russia? Azienda biotech in Russia?

- In breve, BIOCAD è iniziata con il desiderio di cambiare il mondo e il Centro di Immunologia di Lyubuchany (sulla base di un ex istituto di ricerca); è lì che il nostro primo laboratorio è stato istituito nel 2001. A quel tempo non c'era un'industria biotecnologica in Russia, e la situazione nel paese era piuttosto tesa, ma Dmitry Valentinovich (CEO di BIOCAD) ha scelto questa strada rischiosa e non ha fatto errori.

Inizialmente era stato pianificato di fare una piccola azienda farmaceutica familiare che avrebbe aiutato le persone e allo stesso tempo fornito un po' di reddito e stabilità, ma il primo profitto è stato ottenuto solo dopo 6 anni di lavoro duro e continuo. Dopo di che, la nostra azienda ha iniziato a crescere attivamente e a svilupparsi in tutti i sensi: ci siamo trasferiti da Mosca a San Pietroburgo, abbiamo aperto grandi impianti di produzione e iniziato l'espansione internazionale.

- Quanti farmaci e per quale scopo avete ora nel catalogo della vostra azienda?

- BIOCAD produce farmaci per il trattamento di malattie oncologiche, autoimmuni, infettive e altre malattie socialmente significative. Il nostro portafoglio di prodotti consiste attualmente di 61 farmaci, 22 dei quali sono biologici. Ora siamo nella fase finale della trasformazione - da un'azienda che produce biosimilari e generici a un'azienda che produce i propri farmaci originali. Questo non è un compito facile e una grande sfida per tutti i dipendenti dell'azienda, ma la parte principale di questo difficile percorso è già stata superata.

Ora abbiamo 9 farmaci originali nel nostro portafoglio. A partire dal 2019, tre innovativi originali BIOCAD basati su anticorpi monoclonali sono entrati nel mercato. Si tratta di netakimab, registrato per le indicazioni di psoriasi a placche da moderata a grave, artrite psoriasica attiva e spondilite anchilosante attiva. Anche il primo inibitore PD-1 originale russo proglolimab per la terapia di uno dei tipi più aggressivi di cancro - il melanoma metastatico o inoperabile. E levilimab, usato per la terapia dell'artrite reumatoide e la terapia patogenetica della sindrome da rilascio di citochine nel corso grave di una nuova infezione da coronavirus (COVID-19).

- Quali innovazioni applicate nel vostro lavoro?

- La scienza e l'innovazione sono la nostra principale forza motrice. Cerchiamo di incorporare gli ultimi sviluppi in tutti i processi aziendali, dalle attrezzature all'avanguardia nella produzione agli approcci out-of-the-box nello sviluppo. Ad esempio, nel 2019, abbiamo implementato la metodologia Agile nei nostri centri di ricerca e sviluppo. Ora ci vorranno non più di 1,5 anni per sviluppare un singolo prodotto generico (in precedenza, fino a 4 anni). Questo ci ha permesso di accelerare lo sviluppo di quattro progetti proteici, uno a basso contenuto molecolare e un farmaco genoterapeutico entro un anno.

- Cooperate con partner stranieri nello sviluppo e nella fornitura? Quanti paesi importano i vostri prodotti e quali?

- BIOCAD negozia costantemente con altri paesi per la fornitura dei nostri prodotti.

Il numero di contratti ci permette di dire che queste trattative hanno successo: i nostri farmaci sono esportati in 30 paesi della CSI e non. Collaboriamo anche con partner stranieri. Ad esempio, nel 2019 abbiamo firmato un accordo con la holding cinese Shanghai Pharmaceuticals Holding (SPH) per creare una joint venture per la ricerca e la commercializzazione di farmaci innovativi in Cina.

Inoltre, stiamo partecipando al processo di trasferimento tecnologico di Sputnik V all'estero lontano.

- Come ha influito la pandemia sulla vostra azienda?

- Siamo stati in grado di adattarci rapidamente alle nuove realtà e impostare la produzione di massa del vaccino Sputnik V nel più breve tempo possibile, avendo riattrezzato diversi complessi produttivi. Allo stesso tempo, abbiamo mantenuto il nostro impegno verso i pazienti e le istituzioni mediche per fornire il volume necessario di farmaci per il trattamento delle malattie oncologiche e autoimmuni, le nostre aree di produzione principali.

Allo stesso tempo, il nostro farmaco originale levilimab è stato incluso nelle raccomandazioni del Ministero della Salute russo per il trattamento, la diagnostica e la prevenzione dell'infezione da coronavirus come farmaco indicato per i pazienti con COVID-19 da moderata a grave come terapia proattiva.

In parallelo, abbiamo sviluppato il nostro vaccino per la prevenzione della COVID-19 e abbiamo ricevuto l'approvazione nel luglio di quest'anno per condurre studi clinici di fase I e fase II. Il nostro vaccino è basato su un virus adeno-associato e nessun vaccino basato su questa tecnologia è attualmente registrato nel mondo.

- Cosa vi spinge a lavorare in un campo come questo, che è legato alla sicurezza nazionale?

- Tutti i nostri dipendenti condividono una missione comune: vogliamo migliorare e prolungare la vita delle persone. La nostra azienda può farlo fornendo soluzioni complesse efficienti, sicure e accessibili nel campo della fornitura di farmaci.

Made in Russia / Made in Russia

Autore: Karina Kamalova

Aziende e marchi

0