2021-08-27 02:47

"L'industria dell'ospitalità sopporta i costi": il settore attende l'abolizione della Booking price parity

Il business alberghiero soffre ancora perdite finanziarie a causa dell'"imposizione" del servizio di prenotazione Termini e condizioni di accordo sulla fornitura obbligatoria e l'osservanza della parità dei prezzi e delle camere, così come i termini di interazione con gruppi chiusi di utenti, ha detto Alexey Kozhevnikov, vicepresidente della "Opora Rossii".

"Ora è importante che l'industria alberghiera esegua l'istruzione del FAS della Russia di abolire la parità di prezzo sia stretta che larga. Questo è esattamente quello che stiamo aspettando, perché il business alberghiero russo ha ancora dei costi elevati. E, naturalmente, vogliamo che Booking non abusi della sua posizione dominante e non proponga altre regole che portano alla restrizione della concorrenza", ha detto Kozhevnikov.

Ricordiamo che il procedimento antitrust contro il servizio olandese è iniziato nel 2019. Allora "Opora Rossii" ha denunciato al Servizio Federale Antimonopoli (FAS) che la società straniera richiede agli hotel che collaborano con essa di fornire i migliori prezzi esclusivamente al servizio straniero. È stato riferito all'epoca che gli hotel non avevano il diritto di offrire camere a un prezzo inferiore, anche se l'ospite ha prenotato una camera direttamente, secondo questi termini.

Più tardi la FAS ha emesso un avvertimento a Booking con la richiesta di smettere di violare la legge della RF "Sulla protezione della concorrenza". Il servizio ha ignorato l'avvertimento, dopo di che è stata avviata una causa antitrust contro una società straniera.

Giovedì, il FAS ha imposto alla società una multa di 1,3 miliardi di rubli. Il servizio stampa di Booking ha detto che la società era delusa dalla decisione e avrebbe fatto ricorso, scrive RBC.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Ksenia Gustova