Il Comitato del vino di Champagne ha deciso di riprendere le consegne di champagne in Russia
2021-09-13 10:25

Il Comitato del vino di Champagne ha deciso di riprendere le consegne di champagne in Russia

Il Comitato interprofessionale del vino di Champagne ha deciso di annullare la sospensione delle esportazioni di champagne verso la Russia dal 15 settembre, ha detto il presidente del comitato Jean-Marie Barrière.

Secondo Agent France Presse, Baryer ha detto che la revoca della sospensione delle esportazioni è una "misura conciliante" che sottolinea la riluttanza del comitato a rivolgersi all'Organizzazione Mondiale del Commercio. "Rispetteremo la nuova legge", ha detto il presidente dell'organizzazione.

Ha notato che la decisione di riprendere le consegne è stata presa anche "per il bene di ristabilire la pace": i viticoltori non vogliono punire i consumatori russi e lasciarli senza vino alla vigilia delle vacanze di Capodanno.

Va ricordato che in estate è entrata in vigore la legge russa sulla regolamentazione delle bevande alcoliche, secondo la quale il termine "champagne" può essere usato solo in relazione alle bevande prodotte nel paese. I produttori stranieri, compresi quelli della regione dello Champagne, devono rinominare i loro prodotti come "vino spumante". La comunità vinicola francese non è stata d'accordo, in particolare la cessazione delle forniture è stata dichiarata da Moet Hennessy.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Karina Kamalova