Tre nuove SEZ appariranno nelle regioni di Orenburg, Smolensk e Ivanovo
2021-09-14 09:41

Tre nuove SEZ appariranno nelle regioni di Orenburg, Smolensk e Ivanovo

Nuove tre zone economiche speciali (SEZ) di tipo industriale-produttivo appariranno nelle regioni di Orenburg, Smolensk e Ivanovo, ha detto il ministero russo dello sviluppo economico.

"La creazione di zone economiche speciali non è solo nuove opportunità per le entità costitutive della Federazione Russa, ma anche la responsabilità personale dei capi regionali. Le nuove SEZ e ASEZ (territori di sviluppo avanzato - ndr) dovrebbero diventare la base per creare ulteriori punti di crescita economica, portare nuove tasse alle regioni e dare nuovi posti di lavoro ben pagati a coloro che vivono in questi territori", ha detto Yury Trutnev, vice primo ministro e inviato presidenziale nel distretto federale dell'Estremo Oriente.

Come specificato nel ministero, la ZES "Orenburzhye" sarà situata in due città della regione di Orenburg - Orenburg e Orsk. La SEZ sarà gestita dalla regione stessa. Il portafoglio di investimenti comprende otto progetti, tra cui la creazione di produzione di batterie al litio titanio, un terminale di trasporto e logistica, un impianto per la produzione di attrezzature di perforazione e altri. Entro il 2030, i residenti della zona economica speciale "Orenburzhye" prevedono di creare oltre 900 posti di lavoro e attirare quasi 9 miliardi di rubli di investimenti privati.

Nella regione di Smolensk, la ZES sarà creata sul territorio del più grande terminale doganale-logistico "Stabna". Sei progetti saranno implementati sotto la SEZ, tra cui la produzione di metanolo, veicoli fuoristrada, lavorazione della torba e altri. Ci sono piani per creare oltre 600 posti di lavoro e attirare 10,6 miliardi di rubli di investimenti entro il 2030.

Nella regione di Ivanovo, la nuova ZES apparirà sui siti di Ivanovo e Rodniki. La società di gestione del parco industriale privato "Rodniki", che ha esperienza nella costruzione di infrastrutture industriali e nella collaborazione con investitori nazionali e stranieri, ha in programma di gestire la ZES. Nella fase iniziale sono stati annunciati cinque progetti di investimento nell'industria leggera all'interno della ZES, con un investimento totale di 8,3 miliardi di rubli. La realizzazione dei progetti permetterà di creare 3,2 mila posti di lavoro.

Inoltre, il governo ha approvato l'ampliamento della lista delle attività economiche dei residenti della Zona economica speciale "Yemva" in Komi. I cambiamenti renderanno possibile attrarre più di 371 milioni di rubli di investimenti aggiuntivi.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Karina Kamalova