Media: Gli esportatori potranno confermare il diritto all'IVA zero nel formato online
2021-09-27 03:58

Media: Gli esportatori potranno confermare il diritto all'IVA zero nel formato online

Il ministero delle Finanze russo ha elaborato degli emendamenti al codice fiscale in base ai quali la procedura di conferma del diritto all'IVA zero per gli esportatori sarà effettuata elettronicamente, ha appreso Kommersant.

Dal 2000 gli esportatori forniscono documenti cartacei alle autorità fiscali, che con lo sviluppo della tecnologia digitale "ha perso la sua efficacia", ha spiegato il ministero.

Il ministero propone di introdurre l'obbligo di fornire alle autorità fiscali registri elettronici contenenti informazioni sia dalle dichiarazioni che dai contratti dal 1° ottobre 2023. Il Servizio Federale delle Imposte li elaborerà automaticamente e in caso di discrepanze o mancanza di informazioni potrà richiedere copie dei documenti stessi. Se non saranno presentati entro 30 giorni, il diritto di applicare l'IVA zero sarà considerato come non confermato. Un'eccezione è fatta per i casi in cui le merci sono collocate sotto la procedura della zona doganale libera, nel qual caso saranno richieste copie di contratti, dichiarazioni e documenti che confermano lo status di residente della zona economica speciale.

Il ministero si aspetta che questa innovazione riduca l'onere amministrativo per le imprese e semplifichi il processo di conferma del tasso zero dell'IVA per le stesse autorità fiscali.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Karina Kamalova