Il fatturato commerciale tra Mosca e la Cina ha raggiunto un massimo di due anni
2021-11-17 06:31

Il fatturato commerciale tra Mosca e la Cina ha raggiunto un massimo di due anni

Il fatturato commerciale tra Mosca e la Cina nei primi 8 mesi di quest'anno è cresciuto a quasi 40 miliardi di dollari. Tali cifre sono diventate record negli ultimi due anni, ha detto a Made in Russia Alexander Prokhorov, il capo del Dipartimento di investimenti e politica industriale di Mosca.

"Le quote delle esportazioni e delle importazioni nella struttura del commercio della capitale con la Cina sono quasi uguali e sono di natura uguale. Così, le esportazioni totali di Mosca verso il paese asiatico, secondo il centro di supporto alle esportazioni "Mosprom", ammontano a 18,43 miliardi di dollari, le importazioni rappresentano 20,50 miliardi di dollari", ha detto Prokhorov.

Le esportazioni non energetiche di Mosca verso la Cina sono aumentate del 34,8% nel periodo rispetto a prima dell'alba del 2019 e ammontano a 1,11 miliardi di dollari. Questo è circa il 6% del totale delle esportazioni non di risorse della capitale nel periodo gennaio-agosto di quest'anno.

I prodotti industriali rappresentano la stragrande maggioranza delle esportazioni verso la Cina, con un totale di oltre un miliardo di dollari. Si tratta di attrezzature meccaniche e macchinari, materie plastiche e prodotti in plastica, così come dispositivi elettrici e apparecchiature di comunicazione.

"Alcuni di questi prodotti hanno mostrato una crescita multipla negli ultimi due anni. Ad esempio, nel 2019, le esportazioni di materie plastiche e prodotti in plastica sono state di 50,76 milioni di dollari, mentre nel gennaio-agosto 2021, le spedizioni hanno già raggiunto 329,43 milioni di dollari, mostrando un aumento di più di sei volte", ha sottolineato il capo del dipartimento.

L'aumento degli indicatori è fissato anche nella fornitura di prodotti agro-industriali. Secondo il centro Mosprom, le esportazioni di tali beni verso la RPC nei primi otto mesi sono aumentate del 60% rispetto al 2019 - da 26,2 milioni di dollari a 42 milioni di dollari. La birra metropolitana (oltre quattro milioni di dollari), i prodotti di cioccolato (2,23 milioni di dollari) e il cioccolato senza ripieno (quasi due milioni di dollari) sono particolarmente richiesti in Cina. Gli esportatori di Mosca hanno anche consegnato al mercato cinese vari cereali (1,9 milioni di dollari) e gelati (1,3 milioni di dollari).

Il servizio stampa del Dipartimento ha ricordato che in estate è stata organizzata una missione d'affari in Cina per gli esportatori di Mosca. Allora hanno partecipato sei aziende coinvolte nella produzione di attrezzature e tecnologia, test non distruttivi, attrezzature di ispezione, attrezzature commerciali e di cassa, trasformatori elettronici di tensione e circuiti integrati.

Inoltre, uno dei maggiori esportatori di Mosca ha partecipato in primavera alla mostra internazionale alimentare SIAL China a Shanghai.

Oggi, la Cina è tra i principali importatori di prodotti non energetici della capitale e attualmente è al sesto posto in termini di volume di prodotti forniti al paese.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Maria Buzanakova