Il capo di Made in Russia ha presentato le capacità del progetto ai rivenditori all'Expo di Dubai
2021-11-18 06:18

Il capo di Made in Russia ha presentato le capacità del progetto ai rivenditori all'Expo di Dubai

La casa commerciale Made in Russia e il sistema di promozione degli affari prevede di cooperare con i rivenditori russi e stranieri, anche quando si tratta di promuovere le arti e i mestieri popolari (FAS).

Mikhail Sadchenkov, capo di Made in Russia, ha condotto una presentazione online delle capacità del sistema per le catene di vendita al dettaglio come parte del programma commerciale del padiglione nazionale al forum dell'Expo 2020 a Dubai.

La sessione è stata moderata da Natalia Vikhrova, direttore del programma commerciale del padiglione nazionale russo all'Expo 2020. Alla presentazione hanno partecipato i rappresentanti delle principali catene di distribuzione - X5 Retail Group, Magnit, Auchan, L'Etoile, O'Key, Familia, Togas, Redis Crew e altri.

Oggi, Made in Russia sta sviluppando una piattaforma informativa digitale che mira a promuovere le imprese russe, ha detto Sadchenkov. "Tutti i rappresentanti russi stanno entrando nella nostra piattaforma. Stiamo preparando un grande programma di promozione. Oltre a questo stiamo aprendo i nostri uffici internazionali, per esempio abbiamo recentemente aperto una suddivisione in Turchia", ha detto.

Il progetto coopera anche con la Joint Stock Financial Corporation (JSFC) Sistema nello sviluppo della NHP. A questo scopo è stato creato un ufficio commerciale congiunto con AFK e Roscongress, i suoi obiettivi sono quelli di garantire la domanda per i beni di arte popolare e artigianato.

"La seconda direzione è la creazione di una collezione completa all'interno della produzione della fabbrica Gzhel, che è stata recentemente acquistata da Sber e AFK "Sistema". Ora c'è una modernizzazione su larga scala. L'inizio della produzione di massa è già previsto per il prossimo anno", ha detto Sadchenkov.

La prima produzione del rinnovato impianto di Gzhel è prevista per l'inizio del prossimo anno, secondo il signor Sadchenkov. Già a metà del 2022 i prodotti Gzhelsky potrebbero apparire sugli scaffali dei negozi di Londra, ha detto il capo di Made in Russia.

Ha richiamato l'attenzione sul fatto che la pandemia ha innescato un cambiamento nelle catene logistiche, e questo a sua volta ha portato al rilascio di una quota significativa nella categoria dei beni per la casa. "Vorremmo aiutare i produttori di arti e mestieri a creare collezioni chiavi in mano per la casa, dalle pantofole alle stoviglie. Dovrebbe essere un grande prodotto integrato", ha detto, aggiungendo che tutti gli altri produttori russi di NHP saranno presto accumulati.

"Lo stesso vale per la vendita al dettaglio di moda. Abbiamo un gran numero di richieste estere. C'è una forte domanda anche all'interno del paese. I produttori hanno bisogno di opportunità per entrare nelle grandi catene di distribuzione. Ora siamo impegnati nella sistematizzazione di questa direzione. Entro la fine dell'anno stiamo progettando di rendere tutto online, in modo che le aziende e i produttori saranno in grado di vedere tutte le richieste in una sola volta in un ufficio personale, "- ha detto il responsabile del progetto.

In conclusione, Sadchenkov ha invitato i rappresentanti del commercio al dettaglio a tenere una riunione congiunta a Mosca e discutere in dettaglio le possibilità di cooperazione.

Il sistema "Made in Russia". comprende una piattaforma commerciale e una casa commerciale che aiuta gli esportatori a vendere i loro prodotti sul mercato nazionale ed estero. Ad oggi, più di 800 aziende partecipano al sistema. Il pubblico del progetto ammonta a più di 100 mila lettori da 114 paesi.

I partner strategici del progetto sono l'Agenzia per le iniziative strategiche, Yandex, Sistema, Otkritie Financial Corporation e la Fondazione Roscongress.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Ksenia Gustova