Condividi
Aggiorna abbonamento
Grazie per la sottoscrizione!
Iscriviti a Fatto in Russia oggi e ricevi le notizie più interessanti sul business, l'esportazione e la cultura russa oggi!
Social media e abbonamento RSS
Mikhail Sadchenkov:

2016-03-15 12:04

Mikhail Sadchenkov: "È ora di guardare il marchio 'Made in Russia' da un'altra prospettiva"

Mikhail Sadchenkov, il responsabile del progetto Made in Russia, ha raccontato i vantaggi dell'approvazione di un unico integratore di marchio nazionale, lo sviluppo del proprio portale, nonché l'atteggiamento personale nei confronti del marchio Made in Russia al corrispondente del portale russo delle attività economiche estere.

Mikhail, cos'è un marchio nazionale?

Come ogni marchio, è prima di tutto un'idea e un'emozione. Nell'immagine del marchio "Made in Russia", abbiamo cercato di combinare le tradizioni e la ricca cultura della Russia con le specificità dell'industria e del commercio. La betulla (simbolo del progetto - nota) è l'unica e più riuscita associazione, spesso utilizzata nella letteratura, nella pittura e nelle canzoni dedicate al nostro paese. Il Nevsky Prospect ha iniziato con esso, l'ultimo uovo di Fabergé ne è stato fatto, e non è stato presentato da Nikolay II a sua madre - ci sono decine di esempi. Da un punto di vista pratico, vediamo il "Made in Russia" come uno strumento di integrazione di un unico marchio e di comunicazione di massa per gli esportatori nazionali di beni e servizi, per la promozione della scienza e della cultura russa.

Ha utilizzato nella sua esperienza lavorativa all'estero, quali marchi vengono promossi all'estero?

Praticamente tutti i paesi in via di sviluppo attivo nell'esportazione hanno i loro marchi nazionali "Made in". In termini di concetto, siamo più vicini al nuovo programma "Made in Britain", il cui logo è stato recentemente aggiornato. Abbiamo studiato attentamente l'esperienza della Gran Bretagna e di altri programmi, e questa conoscenza ha costituito la base del concetto di "Made in Russia". La differenza più importante della nostra idea è che abbiamo trasformato il logo del marchio nazionale in uno strumento mediatico efficace, invece di utilizzarlo come mezzo per valutare il livello di localizzazione. Se i marchi occidentali sono di uso limitato e possono essere inseriti in una certa lista di prodotti, possiamo comunicare praticamente in qualsiasi formato e su qualsiasi media.

Quali sono i significati del marchio "Made in Russia"?

Un marchio nazionale dovrebbe essere un riflesso dei nostri risultati, sia passati che presenti, e dovrebbe suscitare un ragionevole ottimismo sul futuro. La promozione di un'agenda positiva attraverso gli impianti di produzione esistenti, le aziende, i marchi e coloro che li hanno creati è, a nostro avviso, il significato più corretto.

E a cosa servono gli esportatori?

L'esigenza di una promozione centralizzata delle esportazioni sotto un unico marchio in grado di comunicare sia con il pubblico professionale che con quello di massa è attesa da tempo. Con un marchio nazionale, la Russia sarebbe in grado di promuovere le esportazioni in senso lato - dall'industria alla cultura. Oggi ne parlano i rappresentanti di praticamente tutte le organizzazioni e associazioni del settore, così come i produttori stessi. Li invitiamo a collaborare e a partecipare al nostro progetto, tutto è pronto e di successo.

E qual è il vantaggio pratico per loro?

Per i piccoli e medi esportatori è, prima di tutto, un'opportunità per stabilire o migliorare la loro comunicazione sui mercati esteri. Per comunicazione intendiamo tutti i possibili significati di questa parola - dalle attività fieristiche alle traduzioni professionali del settore, alla ricerca di partner e consumatori. Sostenere un marchio nazionale per le grandi imprese è una responsabilità sociale e un'assistenza nella promozione della cultura e dell'immagine della Russia.

Che ruolo ha un marchio nazionale in questo?

L'integrazione del marchio è uno degli strumenti più importanti che offriamo per promuovere le esportazioni. Oggi è un buon momento per guardare al suo concetto e al suo significato da una prospettiva diversa. La maggior parte dei loghi simili nei paesi occidentali vengono emessi in base al livello di localizzazione dei componenti dei prodotti. A nostro avviso, questo sistema non è più rilevante in vista della globalizzazione, dei nuovi media e delle abitudini delle future generazioni di consumatori e partner. E dovremmo lasciarci guidare da questa generazione futura, perché la formazione del marchio e della sua reputazione richiederà anni; i mercati globali, anche tenendo conto delle sanzioni, non andranno da nessuna parte, e la nuova rivoluzione industriale è già sul punto di scatenarsi. Sulla base di questi fatti, ci proponiamo di fare di un marchio nazionale uno strumento in grado di raggiungere le masse di tutto il mondo e di generare un traffico che ci permetta di parlare delle nostre esportazioni, della nostra cultura e dei nostri successi, rivolgendoci direttamente al pubblico target.

Ma non si può iniziare a darla via a tutti, giusto?

No, le aziende vengono selezionate in base a criteri e approvate da un consiglio di esperti.

Può dirci di più su questi criteri e come le aziende possono ottenere un logo da utilizzare sui loro prodotti?

Tutte le aziende che sono registrate, pagano le tasse e creano posti di lavoro in Russia possono richiedere il logo. È emessa su base non rimborsabile: se un'azienda vuole inserire informazioni su se stessa nei cataloghi e sul sito web in aggiunta, dovrà versare un contributo annuale a copertura dei costi di creazione delle pagine e delle traduzioni in lingua straniera. Il logo "Made in Russia" può essere utilizzato sia dai produttori che dai fornitori di servizi. Forniamo il logo e l'identità aziendale "Made in Russia" alle associazioni industriali, alle organizzazioni, alle autorità statali in modo assolutamente gratuito, compresa la sua finalizzazione per l'utilizzo durante missioni commerciali, conferenze, mostre e altri eventi. Così, oggi tutte le persone interessate alla promozione del marchio "Made in Russia" possono rivolgersi a noi. Riceveranno gratuitamente un progetto già pronto per i loro progetti ed eventi.

Avete già avuto esperienza di tale cooperazione, gli esportatori utilizzano il logo?

Sì, l'anno scorso è stato molto ricco di eventi. La corporate identity e il logo sono stati utilizzati per la Giornata del Made in Russia nel padiglione russo all'Expo di Milano 2015 per le missioni commerciali congiunte del Ministero dello Sviluppo Economico della Russia e dell'Agenzia di Assicurazione delle Esportazioni della Russia (EXIAR). Siamo stati partner della conferenza sull'esportazione organizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico della Federazione Russa e dal Centro Russo per l'Esportazione (REC), premio Esportatore dell'Anno organizzato dal Ministero dell'Industria e del Commercio della Russia e da EXIAR. Inoltre, i certificati per la partecipazione al progetto "Made in Russia" sono stati assegnati ai vincitori del premio nazionale "Business Success", tenuto dal "Supporto della Russia" per tutto lo scorso anno. Il logo è già utilizzato da decine di aziende, sia esportatori che aziende che operano sul mercato interno. Nel 2016 vorremmo che il loro numero cominciasse a essere misurato in centinaia.

E cosa ne pensa dei marchi regionali, ad esempio "Made in Tatarstan" o "Made in Siberia", ecc.

Eccezionalmente positivo: come strumento di concorrenza sul mercato interno. Per quanto riguarda il mercato esterno, naturalmente, tutti i produttori russi dovrebbero inserirlo sotto il marchio "Made in Russia". A questo scopo, ci proponiamo di creare cataloghi regionali di esportatori, marchi culturali e turistici su base non rimborsabile.

Se avete un piano di sviluppo per i prossimi anni? Centinaia di aziende sono buone, ma senza una strategia e una comprensione dell'obiettivo finale, sarà difficile realizzare piani così grandiosi.

Nei prossimi anni, il nostro compito principale è quello di creare il sito più visitato sull'esportazione, il business e la cultura russa in 15 lingue, oltre a cataloghi e strumenti di settore per promuovere i beni e i servizi delle aziende russe.

Sondaggio Blitz

1. La tua prima associazione con la parola "Russia"?

Città natale, te la ricordi ogni volta che torni da un viaggio all'estero.

2. Il tuo piatto russo preferito?

Praticamente tutto quello che cucina la mamma.

3. Città preferita in Russia?

Mosca.

4. Tre principali merci russe?

Intelletto, bellezza e cultura. Abbiamo un enorme potenziale di sviluppo in queste aree, ci vuole solo sforzo e tempo per imparare a confezionare e vendere tutto questo in modo adeguato.

5. In cosa la Russia è diversa dagli altri paesi?

Una combinazione di ricca storia, cultura, risorse e potenziale umano. La Russia è un paese unico con grandi opportunità di sviluppo, se si capisce come utilizzarle.

6. Scrittore russo preferito?

Mikhail Sholokhov, non solo la sua creatività, ma anche la storia della sua vita è di grande rispetto e interesse.

7. 7. Cosa vorresti augurare alla Russia?

Nel corso della storia il nostro Paese ha superato sfide e difficoltà incredibili, non vedo la necessità di augurargli nulla, credo nella sua forza e nella sua fortuna, così come le persone. Contribuisco al suo sviluppo attraverso il duro lavoro quotidiano.

Condividi
I commenti sono vietati dopo 5 giorni dalle pubblicazioni a causa della politica editoriale