FATTO IN RUSSIA

Tutte le regioni
ITA
Esperti

Domanda di prodotti russi: Il rappresentante commerciale russo in Brasile parla della situazione del mercato dei fertilizzanti

Domanda di prodotti russi: Il rappresentante commerciale russo in Brasile parla della situazione del mercato dei fertilizzanti

A novembre, diversi media russi e brasiliani hanno scritto che il Brasile stava esplorando la possibilità di aumentare le forniture di fertilizzanti dalla Russia. Più tardi si è saputo che il ministro brasiliano dell'agricoltura, del bestiame e delle forniture Teresa Cristina ha visitato la Russia per discutere la questione.

La redazione di Made in Russia ha parlato con Victor Sheremetker, rappresentante commerciale della Russia in Brasile, per scoprire quali prospettive hanno i produttori nazionali nel rafforzare le loro posizioni su questo mercato e quali misure aggiuntive possono contribuire a un aumento delle esportazioni dalla Russia. Leggi di più nel nostro articolo.

DEFICIT NEL MERCATO DEI FERTILIZZANTI

L'impulso per l'aumento delle importazioni russe è stata la situazione sul mercato mondiale dei fertilizzanti, spiega il rappresentante commerciale.

"Gli esperti attribuiscono la conseguente carenza di fertilizzanti azotati all'aumento del costo della loro produzione: i prezzi del gas naturale sono aumentati bruscamente e, di conseguenza, i prezzi dei fertilizzanti azotati sono aumentati", ha detto, aggiungendo che il costo dell'urea, per esempio, è ora tre volte superiore nei mercati chiave rispetto all'inizio di quest'anno.

Da settembre 2021, ha detto, le richieste alla missione commerciale russa da parte degli ambienti commerciali brasiliani interessati ad acquistare fertilizzanti in Russia sono aumentate in modo significativo.

"Stiamo studiando la domanda da parte delle aziende e delle cooperative brasiliane, e siamo costantemente in contatto non solo con i rappresentanti dei dipartimenti agrari russi e brasiliani, ma anche con i rappresentanti delle aziende russe che producono fertilizzanti minerali in Brasile", ha continuato Sheremetker.

Già all'inizio di ottobre, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha denunciato l'aumento del costo dei fertilizzanti. La carenza di questi prodotti sui mercati mondiali, come il capo di stato ha sottolineato in quel momento, può provocare una crisi alimentare e la mancanza di cibo in Brasile il prossimo anno. Ha ricordato che dal marzo 2021 il governo del paese sta lavorando su questo problema, e nel dicembre di quest'anno le autorità devono presentare un piano di misure di emergenza per garantire al Brasile i fertilizzanti. Secondo questo pacchetto di misure, entro il 2050 la dipendenza del Brasile dai fertilizzanti importati dovrebbe diminuire dall'85% al 60%.

Una settimana dopo l'annuncio, tuttavia, il ministro brasiliano delle miniere e dell'energia, Bento Albuquerque, ha tenuto un incontro con i rappresentanti dei principali produttori di fertilizzanti russi durante la settimana dell'energia russa.

A metà novembre, il ministro brasiliano dell'agricoltura, del bestiame e delle forniture Teresa Cristina ha visitato Mosca per diversi colloqui. In futuro, secondo il ministro, la situazione potrebbe portare a prezzi più alti per i prodotti dei produttori agricoli nazionali.

SONO NECESSARIE MISURE DI SOSTEGNO.

La Russia è stata il principale fornitore di fertilizzanti al Brasile per molti anni, ha detto il rappresentante commerciale. Per esempio, alcuni dei maggiori produttori russi - Phosagro, Eurochem, Uralchem, Akron e Uralkali - lavorano qui da molto tempo.

"Al fine di continuare e aumentare la fornitura di fertilizzanti dalla Russia ai consumatori brasiliani, il governo brasiliano dovrebbe considerare la riduzione della protezione tariffaria sui fertilizzanti minerali", ha detto il rappresentante commerciale.

La miscela urea-ammoniaca, per esempio, è attualmente soggetta a un dazio del 4%, ha spiegato.

"Anche se i dazi sono piccoli, nell'attuale ambiente di aumento dei prezzi dei fertilizzanti azotati, azzerarli avrebbe un effetto positivo sui prezzi per gli agricoltori brasiliani", ha aggiunto Sheremetker.

FERTILIZZANTI RUSSI IN BRASILE

La Russia sta aumentando costantemente la sua presenza sul mercato brasiliano, ha detto il rappresentante commerciale, citando i dati di Comex Stat, un portale statistico del Ministero dell'Economia del Brasile. Negli ultimi cinque anni, il nostro paese ha quasi raddoppiato la sua quota in termini di valore. Per esempio, nel 2016, la Russia ha fornito al Brasile 4,2 milioni di tonnellate di prodotti per un valore di 985 milioni di dollari, e nel 2020 - 7,6 milioni di tonnellate per un valore di 1,8 miliardi di dollari, ha specificato il rappresentante commerciale.

Questa tendenza continuerà nel 2021: nei primi dieci mesi di fornitura di fertilizzanti minerali dalla Russia al Brasile ha già superato il volume totale delle esportazioni alla fine dello scorso anno: 7,7 milioni di tonnellate per un valore di 2,6 miliardi di dollari.

L'anno scorso il Brasile ha importato 34,2 milioni di tonnellate di fertilizzanti per un valore di otto miliardi di dollari, di cui un quinto (22%) proveniva dalla Russia.

DISTRIBUZIONE DEL MERCATO

Nel complesso, il Brasile ha importato circa 11,5 milioni di tonnellate di fertilizzanti contenenti azoto per un valore di 3,3 miliardi di dollari nei primi dieci mesi del 2021. La quota maggiore, il 23%, è arrivata dalla Russia, che ha esportato 2,6 milioni di tonnellate per un valore di 765 milioni di dollari. La Cina è arrivata al secondo posto con 2,4 milioni di tonnellate per un valore di 408,5 milioni di dollari spediti in Brasile (il paese rappresenta il 21% del mercato brasiliano). Il Qatar è al terzo posto con 1,5 milioni di tonnellate per un valore di 529 milioni di dollari, la sua quota è del 13%.

La Russia detiene anche la posizione di leader nelle forniture di fertilizzanti di potassio, dice il rappresentante commerciale della Russia in Brasile. Durante i dieci mesi gli agrari brasiliani hanno comprato 10,7 milioni di tonnellate di fertilizzanti da altri paesi. E il 28% è stato portato dalla Russia - 3,1 milioni di tonnellate per un miliardo di dollari. Questa cifra è stata battuta solo dal Canada, che ha esportato 3,4 milioni di tonnellate di fertilizzante di potassio in Brasile. Il terzo maggior fornitore è la Bielorussia (due milioni di tonnellate di produzione, 417 milioni di dollari). Questo paese rappresenta il 18% del mercato brasiliano di tali fertilizzanti.

Negli ultimi dieci mesi, il Brasile ha importato 8,8 milioni di tonnellate di fertilizzanti misti per 4,3 miliardi di dollari. Stiamo parlando di prodotti che contengono due o tre nutrienti: azoto, fosforo e potassio.

Come ha specificato Sheremetker, i principali fornitori in questo segmento sono stati il Marocco (2,2 milioni di tonnellate, per un valore di 1,2 miliardi di dollari). Questo paese africano rappresenta un quarto del mercato. Quasi la stessa quota di mercato (23%) è occupata dalla Russia, che ha fornito due milioni di tonnellate di fertilizzanti misti per un valore di più di 862 milioni di dollari durante questo periodo, ha detto il rappresentante commerciale. La Cina occupa il terzo posto, fornendo 1,9 milioni di tonnellate di fertilizzanti al Brasile per un importo di 914,4 milioni di dollari.

Durante lo stesso tempo, il Brasile ha importato 2,8 milioni di tonnellate di fertilizzanti fosfatici, per un valore di più di 725 milioni di dollari. Più di un terzo (36%) del mercato brasiliano di tali fertilizzanti è occupato dall'Egitto. Circa un milione di tonnellate per un valore di 173,5 milioni di dollari sono state importate da questo paese. La Cina rappresenta un quarto (24%) del mercato e il Marocco il 15%.

Made in Russia // Made in Russia

Autore: Ksenia Gustova

0