FATTO IN RUSSIA

Tutte le regioni
ITA
Esperti

Gli esperti prevedono la perdita fino al 70% delle entrate nei centri commerciali a causa della partenza dei marchi stranieri

Gli esperti prevedono la perdita fino al 70% delle entrate nei centri commerciali a causa della partenza dei marchi stranieri

Oggi 160 aziende straniere hanno sospeso le loro attività in Russia. In caso di ritiro definitivo dal mercato del paese i centri commerciali possono perdere fino al 70% delle entrate, ha scoperto l'agenzia immobiliare Knight Frank.

Dei 160 marchi che hanno sospeso le operazioni il 21% sono nel settore della moda, il 13% sono rivenditori di automobili, un altro 10% sono convenience store, dice"Kommersant".

Solo sei aziende hanno deciso di lasciare completamente la Russia, ma questa cifra potrebbe aumentare in futuro, suggerisce il capo della ricerca e consulenza Focus Michael Vasilyev. Egli ritiene che in sei mesi la situazione sarà chiarita: i marchi chiuderanno completamente e lasceranno i locali, o saranno i centri commerciali stessi a chiederlo.

Secondo le stime di Marina Malakhatko, capo del dipartimento retail di CBRE, i centri commerciali possono perdere dal 30% al 70% delle vendite se le aziende straniere decidono di lasciare la Russia. Mentre i marchi continuano a pagare l'affitto e non rilasciano i loro negozi.

Già ora, gli sviluppatori e i proprietari di spazi commerciali hanno iniziato a cercare dei sostituti per le aziende in partenza, e quindi sono aperti alla cooperazione con controparti provenienti da Cina, India, Turchia e Corea del Sud, ha aggiunto Malahatko. L'amministratore delegato di Fashion Consulting Group, Anna Lebsak-Kleimans, ritiene che in questo caso si tratta soprattutto di trovare dei fornitori.

Per aumentare i volumi di produzione gli stilisti russi, secondo il direttore regionale del dipartimento di retail real estate di Knight Frank Evgenia Hakberdieva, avranno bisogno di due o tre anni, poiché hanno bisogno di costruire una logistica alternativa e relazioni con nuovi fornitori.

Per le notizie attuali leggete il nostro Canale Telegram

0